Codice dei consumatori Codice della Strada Corecom Giurisprudenza
Home Chi siamo Attivitą Pubblicazioni Sostienici Lavora con noi Convenzioni Contattaci Comunicazione Consulenza on line Ufficio Stampa Area Riservata Download

 

Non Profit - Sostienici

 

 

 

 

 

Sentenza n. 55362.08

Repubblica Italiana

In nome del popolo italiano

Ufficio del Giudice di Pace di Roma

 

Il Giudice di Pace D.ssa Stefania Lavore della 6^ Sez. Civile ha pronunciato la seguente

 

Sentenza

 

Nella causa iscritta al n. 1083 RG dell’anno 2007

 

Tra

 

XXXXXXXXX

Nata a XXXXXX il 22 novembre 1976 e residente a Roma, Via delle Cave di Pietralata n. 13, domiciliata presso lo studio dell’avv. XXXXXXXX (D.ssa XXXXXXX) in Via del Viminale n. 38 – Roma

 

Ricorrente

 

E

 

Comune di Roma in persona del Sindaco p.t. domiciliato presso l’Avvocatura Comunale in Via del Tempio di Giove n. 21 – Roma

 

Resistente Costituito

 

Oggetto: Ricorso in opposizione a sanzione amministrativa ex art. 23 L. 689/1981: Cartella esattoriale di Pagamento (C.E.P.) n. 09720060132783021.

 

Svolgimento del processo

 

Con ricorso depositato il Cancelleria il 5 gennaio 2007 XXXXXXXXXX ha presentato opposizione avverso la cartella esattoriale in oggetto chiedendone l’annullamento. All’udienza del 25 luglio 2007 è presente la parte ricorrente che insiste nell’accoglimento del ricorso, mentre il Comune di Roma si è costituito depositando il proprio fascicolo. Verificata la regolarità della notifica alle parti d esaminati i documenti, la causa, viene decisa previa lettura del dispositivo il 28 aprile 2008.

 

Motivi della decisione

 

Dalla documentazione prodotta dal Comune di Roma, emerge che il V.A.V. n. 20030984071 elevato alle ore 11.38 del 19 settembre 2003, a carico del veicolo targato XXXXX e posto alla base del provvedimento impugnato, risulta notificato ai sensi dell’art. 149 c.p.c. in quanto, la destinataria era assente ed il notificatore ha lasciato avviso nella cassetta dello stabile. Poiché dalla fotocopia dell’avviso di ricevimento prodotta dal Comune di Roma, non emerge alcuna casella barrata indicante i motivi per cui non è stato possibile consegnare il plico ad XXXXXXXXXX, ne deriva che le formalità di legge richieste per la regolarità della notifica non risultano adempiute. Per quanto sopra la domanda non può trovare accoglimento ed il giudicante, visto il penultimo comma dell’art. 23 della Legge n. 689/81, provvede come in dispositivo. Stante la decisione non sussistono i presupposti per una pronuncia sulle spese del giudizio davanti a questo Ufficio.

 

P.Q.M.

 

Il Giudice di Pace di Roma definitivamente pronunciando, così provvede, dando lettura del dispositivo ex art. 281 sexies c.p.c.;

ACCOGLIE il ricorso n. 1083/07 presentato da XXXXXXX e per l’effetto ANNULLA il provvedimento impugnato – Cartella esattoriale di Pagamento n. 09720060132783021.

SPESE compensate tra le parti.

SENTENZA esecutiva come per legge.

Roma, 28 aprile 2008

 

Il Giudice di Pace

Dott.ssa Stefania Lavore

 

 

 

MDC-Roma Ovest
Powered by Conduit Mobile

 

 

 

 

 

© 2017 MDC – Roma Ovest. Tutti i diritti riservati.

Informativa sulla Privacy

Camillo Bernardini - Dalila Loiacono