Codice dei consumatori Codice della Strada Corecom Giurisprudenza
Home Chi siamo Attivitą Pubblicazioni Sostienici Lavora con noi Convenzioni Contattaci Comunicazione Consulenza on line Ufficio Stampa Area Riservata Download

 

Non Profit - Sostienici

 

 

 

 

 

Sentenza n. 36456.08

Repubblica Italiana

ufficio del Giudice di Pace di Roma – Sez. III

In nome del popolo italiano

 

Il Giudice di Pace Dr. Giulio Cesare Castaldi ha pronunciato la seguente

 

Sentenza

 

Nella causa iscritta al n. 1093 del Ruolo Generale Contenzioso Civile dell’anno 2007

 

Tra

 

XXXXXXXXX nato a Roma il 19.12.1973 e quivi elettivamente domiciliato al Viale del Viminale 38, presso lo studio della dott.ssa XXXXXXXX giusta procura in calce al ricorso

 

opponente

 

E

 

Comune di Roma in persona del Sindaco p.t. domiciliato per l’ufficio in Roma Piazza del Campidoglio n. 1,

 

opposto-contumace

 

Oggetto: Ricorso ex art. 22 L. n° 689/1981.

 

Conclusione dell’opponente: chiede l’annullamento della cartella di pagamento n. 09720060184967038, notificata il 18-12-2006, per un importo complessivo di € 230,46, emessa in relazione al verbale n. 392516 dell’8-2-2002 per violazione dell’art. 7 del Codice della Strada.

 

Svolgimento del processo

 

Con ricorso depositato il 5 gennaio 2007, il ricorrente ha proposto opposizione contro la cartella di pagamento indicata in epigrafe, eccependo: la mancata notifica del verbale di accertamento violazione riportato nella cartella stessa; l’illegittimità dell’applicazione della maggiorazione per omesso o ritardato pagamento sulla somma richiesta per l’infrazione commessa; l’omessa allegazione del verbale alla cartella di pagamento.

Chiede, pertanto, l’annullamento della cartella di pagamento impugnata; con vittoria di spese.

Il Comune di Roma, ritualmente citato con decreto notificato il 25-10-2007, non si è costituito in giudizio.

All’udienza del 4-2-2008, è comparso il difensore del ricorrente il quale ha insistito per l’accoglimento del ricorso, riportandosi alle motivazioni contenute nell’atto introduttivo. Nessuno è comparso per il Comune di Roma; pertanto se n’è dichiarata la contumacia.

Il Giudice ha deciso la causa come da separato dispositivo letto in udienza.

 

Motivi della decisione

 

Sulla base della documentazione prodotta dal ricorrente il ricorso è fondato e, quindi, deve essere accolto. Non risulta, infatti, che il verbale indicato nella cartella di pagamento sia stato notificato all’opponente.

Dall’altra parte, si rileva che il Comune di Roma, non costituendosi in giudizio, nulla ha controdedotto all’eccezione del ricorrente e non depositando copia del rapporto con gli atti relativi all’accertamento, in ottemperanza all’ordine contenuto nel decreto di fissazione d’udienza, non ha provato, in particolare, che il verbale sia stato regolarmente notificato nei termini all’opponente.

Deve, pertanto, ritenersi che il ricorrente abbia avuto conoscenza del suddetto verbale solo con la notifica della cartella di pagamento e quindi dopo il termine di centocinquanta giorni dall’accertata infrazione, termine previsto dal primo comma dell’art. 201 del C.d.S. Conseguentemente, ai sensi di quanto disposto dal 5° comma dello stesso art. 201 del C.d.S., nei confronti del ricorrente si è estinto l’obbligo di pagare la somma di € 230,46 richiesta con la cartella impugnata.

L’accoglimento del ricorso per tale motivazione esime il giudicante dall’esaminare le altre eccezioni formulate nel ricorso.

Le spese seguono la soccombenza e sono liquidate coma da dispositivo.

 

P.Q.M.

 

Il Giudice accoglie il ricorso e, per l’effetto, annulla la cartella di pagamento e il verbale di accertamento violazione impugnati. Condanna il Comune di Roma, in persona del Sindaco pro-tempore, alla rifusione delle spese di giudizio che liquida in complessivi € 200,00, oltre IVA e CPA, se dovute.

 

Così deciso in Roma, l’8 febbraio 2008

 

Il Giudice di Pace

Dr. Giulio Cesare Castaldi

 

 

 

MDC-Roma Ovest
Powered by Conduit Mobile

 

 

 

 

 

© 2017 MDC – Roma Ovest. Tutti i diritti riservati.

Informativa sulla Privacy

Camillo Bernardini - Dalila Loiacono